Con il decreto Milleproroghe il Governo ha posticipato l’inizio della lotteria, inizialmente previsto per l’1 gennaio 2021, fino alla promulgazione di un nuovo provvedimento delle Dogane, d’intesa con l’Agenzia delle Entrate, da adottare entro il 1° febbraio 2021.

Un rinvio che accoglie le richieste delle associazioni di categoria  che hanno denunciato difficoltà e ritardi – anche a causa del protrarsi dell’emergenza Covid e delle restrizioni connesse – nell’adeguamento dei registratori telematici.

Nella Manovra approvata dal Governo poi la lotteria è inserita a pieno titolo nella strategia definita “Italia Cachless”, pertanto la partecipazione è limitata agli acquisti effettuati con strumenti che consentano il pagamento elettronico.

E’ stato fissato anche il termine del 1°marzo a partire dal quale potranno essere segnalati sul portale telematico dedicato alla riffa di Stato, quei negozianti che si rifiuteranno di far partecipare i consumatori al concorso. Segnalazioni che saranno utilizzate dall’agenzia delle Entrate e dalla Guardia di Finanza nell’ambito delle attività di analisi del rischio di evasione.

Share This