Comune denominatore: nuove idee, nuovi progetti, capacità al confronto e forte collaborazione per coalizzare le imprese su temi e rivendicazioni comuni
Nuove idee, nuovi progetti, capacità al confronto e forte collaborazione sono state le premesse del presidente Corrado Testa per la scelta della nuova Giunta di Confesercenti Parma. In questo periodo di particolari tensioni economiche e sociali, soprattutto nel settore imprenditoriale e del Commercio, questi sono state i caratteristiche prioritarie delineate.  L’obiettivo è quello di creare una giunta capace di rispondere in modo efficiente e concreto alle aspettative di tantissime imprese deluse dal sistema Italiano. Durante la riunione di Presidenza che si è svolta nell’ultima settimana di maggio Corrado Testa ha evidenziato l’importanza di “Avere al proprio fianco persone ed imprenditori di esperienza che guidano Federazioni  abituate al confronto e capaci di catalizzare le imprese su temi e rivendicazioni comuni.”

Premesse fatte, i nuovi nomi dei vice presidenti che affiancheranno il Presidente Corrado Testa e il Direttore Luca Vedrini alla guida dell’Associazione del Commercio Servizi e Turismo di Parma e Provincia sono: Pietro Calersi e Claudio Melloni.
Pietro Calersi è Vice Presidente Nazionale della Federazione Nazionale Benzinai (F.A.I.B.) nonché Presidente Provinciale e Regionale della stessa Federazione.
Claudio Melloni è Presidente Provinciale Fe.Na.Gi. (Fedrazione Nazionale Giornalai) e imprenditore da sempre impegnato in Confesercenti e in tutte le campagne a difesa della propria categoria. Rappresentanti entrambi di due Federazioni da tempo al centro di dibattiti, capaci di azioni di proposta e di tutela degli interessi di lungo periodo a sostegno dei diritti delle imprese.
Il Presidente nel corso della riunione di Presidenza ha poi precisato che terrà la “porta aperta” anche a quegli imprenditori, nominati nel corso dell’ultima assemblea elettiva, che apporteranno nuove idee, nuove energie e nuove proposte all’interno del Sistema Confesercenti.

Share This